10 cose che possono servire per il trascolo

  1. Le scatole. Per il trasloco Milano non possono mandare gli scatoloni che devono essere in cartone tripla onda che assicura la massima resistenza.
  2. Lo scotch da pacchi. Lo scotch da pacchi è quello marrone che è il meglio per montare le scatole di cartone. Il consiglio migliore è quello di passarlo più volte sul fondo in maniera da rinforzarlo per bene.
  3. Le patatine di polistirolo. Uno dei materiali da imballaggio professionale che serve in un trasloco Milano sono le patatine di polistirolo. Perfetti per riempire gli spazi vuoti dentro le scatole in modo che gli oggetti non sbattano tra loro.
  4. Il pennarello. È meglio usare un pennarello indelebile per segnare sulla scatola alcune informazioni come, per esempio, il senso in cui va portato, se contiene oggetti fragili e in che stanza va messo.
  5. Le valigie. È bene usare valigie, trolley e borsoni per spostare tutto il guardaroba in modo ordinato e senza il rischio di sporcarlo durante il trasporto affinché si possa evitare di rilavarlo.
  6. I sacchi in pvc. un sistema per proteggere gli abiti è usare i sacchi in pvc usa e getta, proprio come si fa in lavanderia per evitare che lo sporco si depositi sopra gli indumenti, sporcandoli.
  7. La scala. Uno degli strumenti indispensabili per un trasloco Milano è la scala che serve per raggiugere i punti alti, soprattutto in fase di smontaggio dei mobili e degli altri arredi.
  8. Il trapano. Durante lo smontaggio dei mobili, un trapano è molto utile poiché consente di togliere tutte le viti e i meccanismi.
  9. Il pluriball. Durante l’imballaggio, il pluriball è il materiale professionale che protegge gli oggetti più fragili. Questo sottile foglio di plastica con le bollicine di aria si può usare anche per gli oggetti tecnologici.
  10. La carta di giornale. In alternativa al pluriball si può anche usare la carta del giornale per incartare tutto quello di più fragile o anche per riempire gli spazi vuoti negli scatoloni, appallottolando i fogli.