Home Blog Page 8

La bandiera brasiliana

La bandiera brasiliana

Cosa rappresentano i colori, la scritta e le stelle rappresentate sulla bandiera brasiliana?

La bandiera del Brasile si riconosce per i suoi colori accesi. Il giallo e il verde sono da sempre considerati i colori simbolo di questa terra e, infatti si ritrovano anche sulla sua bandiera.
Anche se inizialmente questi erano i colori di due rappresentavano gli stemmi di due famiglie reali, oggi hanno altri significati. Il verde sullo sfondo rappresenta la foresta amazzonica, il giallo del rombo centrale rappresenta le miniere d’oro, il cerchio blu rappresenta il cielo e la striscia bianca al centro e’ stata aggiunta per permettere l’inserimento della scritta “ordem e progresso”.
Queste parole sono diventate il motto della nazione.

Ma cosa simboleggiano le stelle dentro al cerchio blu?

Queste stelle rappresentano la costellazione della Croce del Sud, presente in cielo alle ore 08;30 del 15 Novembre 1889, giorno in cui il Brasile divenne una repubblica.
Ognuna delle 27 stelle rappresenta gli stati in cui e’ divisa la nazione piu’ lo stato federale. La stella che rappresenta lo stato federale (cioe’ lo stato dove e’ presente la capitale) e’ quella piu’ a Sud nella bandiera e cioe’ la Stella Polare Australe che e’ visibile da tutta la nazione a qualsiasi ora del giorno e della notte.
Questo assegna alla stella un significato intrinseco molto importante.

 

Rottamazione auto Roma: un sito ti indica a chi rivolgerti

Stai cercando qualcuno che si occupi di rottamazione auto? Roma offre tante possibili alternative che fanno al caso tuo. Prima di scegliere a chi affidarti, però, dovresti valutare bene: non tutti i soggetti che si occupano di rottamazione hanno infatti la stessa credibilità e non tutti, soprattutto, sono in grado di garantire il rispetto delle norme esistenti in materia, una documentazione valida che attesti quanto avvenuto e allo stesso tempo un servizio che sia adeguato al prezzo (a volte anche molto alto!) richiesto.

 

Rottamazione auto a Roma? Il tuo centro sceglilo così

Per fortuna, però, esistono ormai tanti modi in cui chi stia cercando un centro di rottamazione può ottenere facilmente tutte le informazioni di cui ha bisogno, senza fatica e a costo zero o quasi. Ci si può affidare, per esempio, ai consigli di amici, familiari e conoscenti che hanno già provato il servizio: è il vecchio (e infallibile!) metodo del passaparola che ti permette di conoscere tutti i veri vantaggi e svantaggi di un prodotto o servizio. In alternativa ci si può rivolgere a siti come Rottamazione Auto Roma che hanno dalla loro il vantaggio di raccogliere in un unico posto tutte le informazioni che chi ha bisogno di rottamare o demolire la propria auto potrebbe cercare. Dentro non ci si trova, infatti, solo una guida essenziale e schematica a tutti gli step da seguire quando si vuole rottamare i propri veicoli, ma anche tutta una serie di indicazioni utili che vanno dalla documentazione che è indispensabile fornire, alle ultime novità quanto a incentivi, sgravi fiscali o promozioni previsti per legge o dalle concessionarie e case automobilistiche. L’attenzione va, però, in particolare a due delle questioni più spinose in tema di rottamazione: a chi affidarsi e come valutare se si sta pagando un buon prezzo. Come si diceva, le alternative per la rottamazione auto Roma sono tante e delle più diverse, si può scegliere qualcuno che operi nel proprio quartiere di riferimento per risparmiare tempo, badando però a che sia abbastanza professionale e referenziato. E quanto al prezzo, invece, andrebbe valutato che può variare considerevolmente a seconda dei servizi offerti.

Orologi legno della GreenTreen, caratteristiche e informazioni

L’azienda Greentreen si occupa di realizzare orologi legno per tutti i gusti. Questo brand appartiene al gruppo Amexi, dei veri leader nel campo deegli orologi in legno. Il metariale utilizzato è di alta qualità, così da fornire degli oggetti semplicemente perfetti. Inoltre il lavoro artigianale che c’è dietro si vede al primo sguardo. Dunque perfezione, bellezza, design ed esperienza che si fondano assieme.

 

Chi simpatizza per gli orologi in legno difficilmente saprà resistere alla vasta gamma della Greentreen. Mentre coloro che letteralmente amano tali prodotti, saranno già pronti a mettere nel carrello vari articoli di questo genere.

 

Nel mondo della moda essere eleganti è importante inoltre se lo stile si mescola con altri aspetti tipici (come la raffinatezza e il design) è facile creare qualcosa di perfetto, proprio come nel caso degli orologi in legno Greentreen. Inutile dire che le proposte già presenti sul mercato suscitano grande interesse tra chi è già cliente abituale o ha appena conosciuto il brand in questione.

 

Come si presentano gli orologi in legno della Greentreen?

  • Il legno utilizzato è il materiale primario e quindi scelto con cura
  • Si trova il sandalo, il bamboo, il legno di ebano o quello di zebrano
  • I colori utilizzati sono molti e tutti accattivanti, ricordiamo: beige, marrone rossiccio, nero etc.
  • Sono lavorati in modo artigianale su ogni cosa
  • Curati nel dettaglio
  • Legno naturale al 100%
  • Non causano reazioni allergiche
  • Si rivelano resistenti e sopratutto articoli molto comodi da indossare nonché ultra leggeri
  • Ogni dispositivo monta un meccanismo al quarzo di qualità
  • Ultra precisi e affidabili
  • Indicati per donna o uomo, ed eleganti

 

I prezzi degli orologi in legno Greentreen sono variabili. Si trovano infatti 3 fascie ovvero, bassa, media e alta. Nel primo caso la cifra è di circa 30 euro, però in tal caso il cinturino non sarà in legno ma in pelle. Mentre nel secondo caso si passa a 50 euro circa, gli articoli a questa fascia dispongono solamente della chiusura in metallo il resto è in legno. Infine arrivando fino a un massimo di 80 euro circa si ottiene un prodotto eccellente, dispongono di cronografo oltre che di dettagli molto studiati

Preventivo avvocato: come redigere un modello scritto

Scripta manent: ora questo principio vale anche la consulenza legale, tanto da rendere obbligatoria la forma scritta per il preventivo avvocato. Senza un foglio firmato dal cliente, che dà il consenso a procedere secondo i termini economici riportati nel contratto, il rapporto tra le parti non può considerarsi valevole. Se prima bastava un accordo orale per stabilire i compensi relativi alle prestazioni, oggi non è più possibile procedere senza indicare nel preventivo le diverse voci di spesa, accompagnate dall’approvazione del conferimento di incarico da parte dell’avvocato. Questa soluzione garantisce tutele ad ambo le parti: il professionista è passibile solo di sanzioni previste dal codice deontologico, ma può far rivalere il diritto a vedere retribuite le sue prestazioni anche in caso di terminazione anticipata del contratto, mentre il cliente conosce da subito i costi a cui andrà incontro e potrà regolarsi di conseguenza, senza avere sorprese.

Come è strutturato un preventivo avvocato

L’obbligo di fornire un preventivo scritto comporta anche la necessità di avere a disposizione un modello standard cui aggiungere piccole modifiche a seconda delle diverse esigenze.

In generale, al suo interno saranno riportate tra le altre, in base al tipo di controversia, alcune delle o tutte le seguenti voci:

  • Il corrispettivo per l’assistenza stragiudiziale per la definizione bonaria della controversia;
  • Il corrispettivo per l’assistenza giudiziale, fino all’udienza di primo grado;
  • Il corrispettivo per l’assistenza giudiziale fino alla sentenza;
  • Il pagamento di spese accessorie, quali imposta di registro, Ctp, ecc.
  • Una definizione temporale dei termini di pagamento (a 15 giorni, ad un mese dall’emissione della parcella);
  • La clausola che prevede l’interruzione del rapporto in caso di mancato pagamento;
  • La possibilità di poter delegare tutta o parte dell’attività ad uno o più collaboratori;
  • L’obbligo di sostenere al professionista, da parte del cliente, un compenso corrispondente alle prestazioni effettuate fino al momento della rescissione del contratto, in caso di risoluzione anticipata.

L’eventuale presenza di clausole vessatorie può determinare la non validità del preventivo avvocato.

3 caratteristiche top che solo il cartongesso garantisce

il cartongesso è ormai diventato un prodotto che si preferisce utilizzare al post di altri, ove possibile, perché ha diversi vantaggi come la velocità di posa, un costo minore e moltissimi altri. Scopriamo ora quelli sono le caratteristiche che lo rendono un prodotto top nel settore edilizio.

Antimuffa

Il cartongesso Roma è un prodotto che viene usato moltissimo perché ha il vantaggio di non produrre la fastidiosa, ostinata e anti estetica muffa. Questo prodotto trova applicazione in diverse situazione e non vi deve essere nessun timore a installarlo anche in ambient umidi, come può essere la cucina o il bagno. Il cartongesso non assorbe l’umidità in eccesso così non si viene a formare la muffa come capita invece con i muri classici di mattoni e cemento, molto porosi. Per tale ragione, il cartongesso risulta perfetto anche per altre stanze esposte a nord che ricevono poca luce e sono soggette a problemi di muffa a causa dell’eccessiva umidità.

Ignifugo

Usare il cartongesso Roma in case private ma anche in esercizi commerciali, uffici, enti, magazzini, scuole, banche, ospedali etc. è perfetto perché si tratta di un prodotto che è in grado di resistere a delle eventuali fiamme. Si tratta infatti di un prodotto ignifugo che non si brucai all’istante quando viene lambito dalle fiamme, le quali restano più circoscritte, facili da spegnere e producono danni minori.

Forte

Un’altra caratterista che il cartongesso Roma vanta è la grande resistenza, molti credono che il cartongesso non sia resistente piuttosto fragile ma non è così. Va di certo detto che è meno resistente di cemento e mattoni, con cui devono essere realizzate le pareti portanti di una casa ma tutte le altre possono essere fatte con il cartongesso che è anche molto veloce da installare. Una volta che i pannelli di cartone e gesso di cava sono installati, questi possano essere rivestiti con l’intonaco dei muri così no si nota la differenza. Inoltre, grazie alla sua forza, il cartongesso può essere rivestito anche con le piastrelle.

È meglio il servizio di montaggio dei mobili offerto dalla catena di arredamento oppure quello di una ditta esterna?

Tutti i pro e i contro delle due alternative per decidere al meglio

Il servizio di montaggio della catena di arredamento: pro e conto. Quando acquistate un mobile presso una catena di arredo, spesso è possibile pagare una quota fissa o una percentuale in più per avere il trasporto e il montaggio mobili Roma a domicilio. Il costo non è altissimo poiché di solito si aggira intorno al 10% del totale speso. La catena di arredo indica un giorno in cui il mobile verrà consegnato e montato ma l’orario di arrivo è molto ampio perciò sarete costretti ad aspettare anche lunghe ore prima di vedere arrivare qualcuno. Gli addetti che si occupano del montaggio no è detto che siano esperti ma spesso si tratta di improvvisati, come potete leggere dalle diverse recensioni che trovate online. Si sente dire che sesso gli addetti nemmeno parlano bene italiano e ciò provoca problemi di comprensione. Inoltre, in caso di danni al mobile appena preso o anche alla casa stessa, il parquet graffiato ad esempio, questi addetti non se ne prendono la responsabilità ed avere un risarcimento è praticamente impossibile anche perché il servizio clienti è un vero incubo: operatori che non rispondono, altri che passano in continuazione la chiamata per far prendere tempo etc.

Il servizio di montaggio da parte di una ditta specializzata: pro e conto

Il vostro problema si può risolvere affidandovi a una ditta specializzata nel montaggio mobili Roma ce vanta grande esperienza e una squadra dai addetti che sono i migliori su piazza, in grado di intervenire in ogni situazione, garantendovi sempre il migliore risultato che non delude le vostre aspettative. Gli addetti specializzati del montaggio mobili Roma impiegano poco tempo e hanno tutta la strumentazione per portare a termine il lavoro in modo impeccabile: scala, livella, metro, avvitatore, etc. Inoltre, è anche possibile effettuare delle modifiche sui mobili perché si adattino alla perfezione allo spazio disponibile in casa.

Come organizzare le pulizie domestiche? 3 soluzioni per te

Arrangiarti

Una prima soluzione per sbrigare tutte le faccende di casa è quella di arrangiarti, cioè dovrai occuparti di tutto quello che c’è da fare senza che intervenga una ditta apposita così non dovrai sborsare e spendere soldi per questo. Devi però tenere presente che questa soluzione ha anche degli svantaggi, purtroppo. In primo luogo, dovrai impiegare tutto il tuo tempo libero per sbrigare le pulizie domestiche. Invece di goderti le ore libere dal lavoro, dovrai lavora in casa e il risultato è che sarai un po’ stressato. Invece di rilassarti, dovrai fare ancora fatica per pulire la tua casa ed eliminare lo sporco una volta per tutte. Ogni weekend dovrai svegliarti presto per pulire tutta la casa e sbrigare le faccende come pulire il bagno, lavare i pavimenti, passare l’aspirapolvere in tutte le stanze etc.

Chiamare una ditta esterna

Un’altra soluzione per avere la casa pulita e libera da porco e polvere è quella di contattare una ditta di pulizie che possa occuparsi di ogni operazione così tu non dovrai fare più fatica. I vantaggi di questa soluzione sono molti poiché non dovrai sprecare il tuo tempo libero pulendo la casa e sarai più rilassato. Inoltre, avrai sempre la certezza che le operazioni di pulizia siano svolte nel migliore dei modi, avendo garantito un pulito brillante un’igiene profonda.

Una soluzione intermedia

Invece di fare tutto da solo o chiamare per ogni singola cosa una ditta di pulizie, puoi decidere di adottare una soluzione intermedia che pare essere un’idea che piace a sempre più persone perché ha diversi vantaggi. Anzitutto, risparmi sulla fattura perché alla ditta assegni solo alcune operazioni mentre delle altre te ne occuperai tu stesso. In ogni modo, avrai al tuo fianco una squadra di esperti che è in grado di assicurare la più grande efficacia nell’eliminazione di sporco, macchie e polvere. Sei tu che decidi il grado di coinvolgimento degli esperti e di che cosa devono occuparsi nello specifico. Decidi tu quante volte al mese la ditta verrà a casa tua per pulire.

Per prenotare subito un intervento di pulizia professionale che non lascia mai delusi grazie ai risultati impeccabili che si ottengono, clicca qui impresadipulizieroma.info .

Come si differenziano le porte interne? Tutto quello da sapere

Un’ampia possibilità di scelta

Per le porte interne Roma è assicurata una vasta possibilità di scelta affinché tutti possano trovare la soluzione che risponde meglio alle proprie esigenze e specifiche. Chi è alla ricerca di una soluzione perfetta per casa sua deve trovare delle porte che siano perfette e che rispondano in tutto e per tutto alle richieste per avere il massimo della soddisfazione.

Dei diversi sistemi di apertura

Le porte interne Roma possono essere ordinate con il sistema di apertura che si preferisce, da scegliere non solo in base allo stile che si desidera avere ma anche in base alla presenza o meno dello spazio per l’ingombro della porta stessa. Quando non c’è spazio per una classica apertura a battente si può optare per la porta a soffietto. In altri casi, una porta a scomparsa, sia esterna o interna la muro, può essere una soluzione d’effetto per la sala o la cucina.

Uso di differenti materiali

Un’altra caratteristica che differenzia le porte interne è il materiale con cui sono realizzate. Sono infatti diverse le soluzioni che si possono scegliere per la fase di realizzazione. In primis, vi è il legno, bello da vedere ma molto costoso. L’alternativa low cost è il laminato che può avere diversi effetti. Infine, il vetro è un’altra valida soluzione. A volte, si usa molto mixare i materiali per porte interne realizzate in legno con inserti in vetro per un effetto un po’ più rustico.

La personalizzazione più ampia possibile

Tutti questi parametri concorrono a creare la possibilità di avere accesso a una ampia personalizzazione. Grazie a tipi di porte, materiali e sistemi di apertura tra cui scegliere quello che più piace o che risponde alle esigenze personali, si hanno porte interne Roma sempre diverse. È davvero difficile, se non proprio impossibile, andare a casa di qualcun’altro e trovare le stesse identiche porte interne poiché i parametri di personalizzazione sono davvero molti affinché sia possibile avere soluzioni uniche e personali.

Un orologio da polso: un’idea regalo accattivante per lui

Fare un regalo a un uomo non è sempre semplice, perché non ci sono in commercio così tanti prodotti come per le donne. Quando arriva il momento di fare un regalo a un uomo, l’orologio è un’opzione intelligente. Regalare un orologio significa scegliere qualcosa di classico, importante e significativo. Un dono di questo tipo viene fatto di solito per il compleanno, per Natale o per occasioni importanti come una laurea o la pensione.

Un orologio regalato, indossato al polso, accompagnerà chi lo riceve ogni giorno, ricordandogli sempre i momenti più importanti della vita. É ovvio che non va bene scegliere il primo orologio che si trova, o quello che rispecchia il budget prefissato, perché, come si vede dalle vetrine gremite dei negozi, i modelli sono tanti e diversi. Bisogna scegliere l’orologio migliore a seconda di chi riceve il regalo. Fra i marchi più venduti ci sono sicuramente: Fossil, Tissot, Sector, Casio.

Quale orologio regalare?

In base alla persona a cui si dona l’orologio bisogna pensare che tipo di orologio acquistare. In generale gli orologi eleganti saranno perfetti per le occasioni formali e per gli uomini dallo stile classico. I cronografi andranno benissimo per un tipo sportivo e avventuriero, così come gli orologi subacquei, per chi fa determinate attività sportive di livello. In alternativa un classico orologio al quarzo va sempre bene ed è un’alternativa accessibile e resistente.

Per non sbagliare è importante prendere in considerazione gli hobby ed i gusti di chi riceve l’orologio. É vero che di solito c’è sempre la possibilità di cambiarlo, ma è bene cercare almeno di selezionarne uno che potrebbe piacere. Ad un ragazzo giovane, difficilmente potrebbe piacere un orologio in oro tradizionale, benché costoso; così ad una persona di una certa età, semplice, potrebbe non piacere uno smartwatch.

Un fattore decisivo per la scelta è ovviamente il budget, ma non bisogna farsi muovere solo da quello. Un’idea per regalare un orologio di pregio, senza affrontare una grossa spesa, è quella di regalare un Tissot. Questo brand, dagli anni Venti propone orologi di diverso tipo: al quarzo, con movimento automatico, cronografi. Si va dal gusto più semplice e classico, ai modelli più sportivi, trendy e casual: la fascia di prezzo è molto variabile in base al modello ricercato.

Gli errori da non fare

Se la persona a cui regalate l’orologio è esile, attenzione a non scegliere quadranti troppo grandi che possono fuoriuscire dalla larghezza del polso o comunque essere troppo ingombranti. Per un bell’effetto l’orologio deve essere giusto. Allo stesso modo se la persona ha una costituzione importante non scegliere una cassa piccolina che si potrebbe perdere. Il cinturino di solito si può regolare, ma attenzione a selezionare la giusta larghezza: vale il medesimo discorso fatto per il quadrante.

Quando dovete fare una scelta per un orologio da uomo, pensate al look dell’interessato e basate su quello la vostra scelta. Fatevi delle domande e andate per esclusione. Se non riuscite a darvi delle risposte, pensate alle scarpe! La scarpa è un indicatore del tipo di persona che avete davanti.

Quanti tipi di chiavi ci sono per la sicurezza di casa?

Le chiavi seghettate

Questo tipo di chiave si chiama anche chiave Yale poiché questa è stata la prima marca a realizzarle. Si tratta di chiavi non molto sicure perché realizzabili anche sul posto da degli abili scassinatori che limano una chiave vergine fino a quando no aderisce perfettamente agli spazi dentro la serratura. Le serrature a cilindri classici che vengono aperti da questa chiave possono essere violati grazie a grimaldelli o chiavi bump, cioè a urto.

Le chiavi a mappa singola

Una chiave cosiddetta a mappa singola è una tipologia che ha un’antica origine ma è tutt’oggi molto valida per la sicurezza di casa. Questo tipo di chiave presenta all’estremità un cosiddetto “pettine” che ha un particolare disegno che aderisce perfettamente ai cilindretti presenti dentro la serratura così da farla scattare e aprire. Di solito, si trova una serratura di questo tipo sulle porte di classe due ma anche di classe tre.

Le chiavi a doppia mappa

Una evoluzione della classica chiave a mappa singola è quella a doppia mappa poiché, stavolta, i pettini sono addirittura due. La sicurezza è maggiore perché aumentano il numero di chiavi che si possono produrre, diversificando le chiavi a più non posso e renderle difficili da duplicare. Una serratura di questo tipo sono spesso montate dopo un’apertura porte Roma da part di scassinatori per implementare la sicurezza della porta stessa.

Le chiave punzonate

La chiavi di tipo punzonate sono quelle che presentano una serie di piccoli fori per poter aprire le serrature con i cilindri europei, le quali rappresentano uno dei sistemi più sicuri. In questo caso capita che la porta blindata abbia la maniglia solo all’interno e all’esterno per maggiore sicurezza ma questo potrebbe essere uno svantaggio anche per il proprietario: una volta che la porta viene chiusa si devono sempre avere con sé le chiavi per rientrare. Se capita di uscire di casa senza chiave, è necessario chiamare una ditta per l’apertura porte Roma che serve anche nel caso in cui le chiavi vengono perse, smarrite o si spezzano nella toppa.