Il 13 porta davvero sfortuna?

C’è una credenza secondo la quale il 13 sia un numero sfortunato, soprattutto se associato al venerdì come giorno della settimana.

Ma questo numero porta davvero sfortuna?

Se si considera il significato del numero 13 su Oroscopissimi.it, tale teoria non viene del tutto confermata.

Si afferma, infatti, che nonostante nell’immaginario comune questo numero sia considerato sfortunato, non può essere ritenuto tale più degli altri numeri. Il suo significato è, infatti, legato al senso di trasformazione, di cambiamento e di rinascita.

Perché allora si è diffusa questa superstizione?

Vediamo insieme!

Perché si crede che il numero 13 porti sfortuna

Le origini dell’idea che il numero 13 sia un numero sfortunato sono molto antiche e associate ad una serie di sfortunati eventi che si sono manifestati nel corso dei secoli.

Questo numero è considerato particolarmente nefasto soprattutto nella cultura anglosassone, tra cui anche gli Stati Uniti. Non è un caso, infatti, che un regista americano, Sean S. Cunningham, nel 1980 ci abbia intitolato uno dei suoi migliori film horror.

Ma vediamo quali sono i motivi di questa teoria.

Secondo la mitologia scandinava i semidei esistenti erano 12, ma poi ne arrivò un tredicesimo di nome Loki, dall’animo crudele e maligno con gli uomini. Da quel momento, in tutti i paesi nordici questo numero è diventato il simbolo del malaugurio.

Vi è mai capitato di viaggiare con compagnie aeree di origine scandinava? Bene! Se non ci avete mai fatto caso, iniziate a farlo: non esiste il numero 13 come posto a sedere. E in alcuni aereoporti non esiste neanche come numero del Gate.

Un altro motivo dell’assegnazione del significato sciagurato al numero 13 è documentata dallo storico greco Diodoro Siculo I, il quale racconta come Filippo II, re di Macedonia e padre di Alessandro Magno, fu ucciso dalla sua guardia del corpo dopo che aveva fatto costruire e posizionare una sua statua accanto a quella delle dodici divinità dell’Olimpo. Secondo questa leggenda, quindi, la morte era la conseguenza dell’oltraggio fatto agli dei.

Secondo l’astrologia assiro-babilonese il numero 13 aveva la fama del portare sfortuna. Perché? Ritenevano che il 12, numero precedente al 13, fosse un numero sacro, in quanto perfettamente divisibile e che quindi ciò che sarebbe venuto dopo non avrebbe assicurato una grande sfortuna.

Non solo. Molte origini del significato negativo associato a questo numero sono da ricollegare ad alcuni avvenimenti religiosi: come l’ultima cena e il peccato di Adamo ed Eva.

Durante l’ultima Cena, infatti, 13 era il numero dei commensali: Cristo più 12 Apostoli. Il Tredicesimo era proprio Giuda Iscariota, colui che tradì Gesù, portando alla morte, per ricevere in cambio dei denari.

E’ molto diffusa, per questo, la tradizione di non preparare mai la tavola per tredici persone, o dodici o quattordici, anche se i commensali effettivo sono poi 13.

Adamo ed Eva, invece, mangiarono il frutto proibito proprio il tredicesimo giorno.

Quella per il numero 13 può essere una vera paura, tanto che ha anche un nome “Triscaidecafobia”, termine greco che significa proprio “paura del numero 13”. E voi ci credete a questa superstizione?

Il significato del numero 13

Per i superstiziosi, il numero 13 non ha altro significato che la sfortuna. In realtà questo numero può rappresentare molte cose e la sua simbologia è variegata. Oroscopissimi.it ce ne dà una dimostrazione.

Il significato del numero tredici è, infatti, legato alla rinascita, al cambiamento e alla motivazione di fare qualcosa di nuovo nella propria vita, ma anche all’individualità, alla tradizione, alla passione e all’innovazione.

Chi ritiene di ritrovare spesso questo numero nella propria vita, quindi, non deve semplicemente pensare che qualcosa di negativo stia per accadere, ma potrebbe essere la spinta che porta allo sviluppo di nuove idee, di nuovi progetti e trasformazioni positive.

Chi si ritrova in questo numero ha una spiccata tendenza alla tradizione, al progresso e all’autoespressione.

La sua numerologia è legata alla possibilità di ottenere risultati tangibili, reali e positivi e chi si sente particolarmente motivato da questo numero potrebbe dimostrare di avere una spiccata creatività e voglia di fare.

Vedere spesso questo numero nella propria vita potrebbe anche essere un segno degli angeli ad essere più positivi, a vedere le cose con occhio diverso, a sentirsi motivati, orgogliosi e ad evitare paure e preoccupazioni. Queste saranno sicuramente presenti nella vita di ognuno, ma con il numero tredici, gli angeli potrebbero invitare gli uomini a restare con i piedi per terra e a prendere la loro vita tra le mani, dando loro la forza di affrontare ogni problema a testa alta.

Come si può intuire da tutto questo, nonostante esista la superstizione che il numero 13 porti sfortuna, non sempre questo è vero. La credenza ha origini antiche e spetta a noi potergli attribuire un ulteriore senso.