Andalusia: il confine tra l’Europa e l’Africa

L’Andalusia è una zona della Spagna più al meridione fino allo stretto di Gibilterra. Questo è infatti il confine, molto sottile, tra l’Europa e l’Africa motivo per cui la zona ha delle forte influenze di arte araba dovute alle frequenti incursioni di popoli che salivano dallo stretto. La conformazione del territorio all’imboccatura del Mar Mediterraneo ha favorito i popoli sahariani che sono arrivati in Spagna, lasciando un’impronta ancora oggi del tutto visibilissima, negli edifici in particolar modo. Tipico della zona è il bel tempo che permette di star fuori fino a tardi nei tipici  atri e corti della case piene di piante e coloratissimi fiori che fano molta atmosfera. La città da visitare in questa zona, dopo esser arrivati comodamente in aero con la samsonite cosmolite, sono Granada, Cordoba, Siviglia e Malaga, al più a  sud.

Granada

La bellezza di Granada è legata alle sue occupazioni da parte dei popoli arabi che le han dianto una connotatone particolare. Non si trova in tutta Europa in una città così fortemente influenzata dall’arte araba come dimostra l’imperdibile Alhambra, una fortezza arroccata in cima a una collina che sovrasta il centro tutta in stile moresco con archi, fregi, decori e richiami al mondo araba. La cattedrale e Plaza Nueva sono anch’essi da includere nel tour.

Cordoba

Il vicolo dei fiori è il puto più caratteristico della città dove ci sono moltissime case tradizionali con delle bellissime corte fiorite. La case sono tipicamente di colore bianco candidissimo con spesso dei decori realizzati con le azulejas, piastrelle in ceramica dipinte a mano con tine blue e azzurre. Il metodo migliore è andare a ruota libera senza alcun tipo di navigatore o mappa ma addentrandosi nelle viuzze per scoprire come vivono le persone che abitano qui tutto l’anno. È facile venire travolti dalla festa in una casa e non è raro che alcuni turisti riescano a parteciparvi assaporando la Spagna del sud più vera e autentica proprio a anche grazie all’ospitalità locale.

Siviglia

Nella città di Siviglia non si può saltare al visita alla cattedrale, la terza in rodine di grandezza nell’intero mondo cristiano. Impossibile non restare colpiti dalla sua maestosità e dall’architettura tipicamente gotica. La sua costruzione richiama tantissimo l’arte araba infatti è stata costruita sulla base di un minareto. Da fare anche la salita sul campanile, la Giralda, da cui ammirare al città dall’alto. Da visitare assolutamente sono anche la piazza centrale fulcro della città, Plaza de España, nonché l’alcazar di Siviglia, un palazzo del tipico stile moresco.

Malaga

La città più a sud dell’Andalusia è Malaga, davvero incantevole grazie alla sue architetture anch’essa influenzate dallo stile arabo proprio come la Alcazabra che è una fortezza sul mare con tipico stile moresco da cui ammirare sia la città che il Mar Mediterraneo. Anche la cattedrale tutto il centro astorico sono da visitare con attenzione, prediligendo anche una sosta in un locale tipico dove ordinare solo tapas. Meglio non dimenticarsi di andare sul lungo mare visitando la spiaggia de la Malagueta appena fuori città.