Ambulanza pubblica e privata: differenze e similitudini tra i mezzi per il primo soccorso

Le ambulanze pubbliche

Un’ambulanza di tipo pubblica è un mezzo che è gestito totalmente dal Servizio Sanitario Nazionale, cioè dallo Stato italiano che copre ogni tipo di costo. Questo accade perché nel nostro Pese l’assistenza medica è gratuita e perciò chiunque può chiamare per ricevere assistenza senza dover sborsare di tasca sua. Ogni volta che vi è una necessità medico – sanitaria, una persona può chiamare il numero gratuito di emergenza medica 118 per far arrivare un’ambulanza in suo aiuto. Il compito dell’ambulanza è prestare i primi soccorsi mentre si giunge in ospedale. Per farlo a bordo si trova un infermiere che ah a sua disposizione diverse strumentazioni e medicinali di tipo generici. A bordo ci sono, infatti, aghi, garze, forbici, flebo, soluzione salina oltre che il kit per la rianimazione e l’intubazione nel caso fosse necessario agire in questo senso.

Le ambulanze private

Ogni volta che un paziente ha necessità di un mezzo per motivi non medici ma piuttosto personali, può mettersi in contatto con una compagnia di ambulanze private Roma. In questo caso, le sue necessità non sono dettate da problemi medici e perciò non può prendere un mezzo pubblico che deve restare libero nel caso in cui qualcuno ne dovesse avere urgente bisogno. il paziente che deve spostarsi prende contatto con la società di ambulanze private Roma e organizza il suo trasferimento, ricordando sempre di firmare la lettera di auto dimissioni e verificando la disponibilità di posti letto presso la clinica dove vuole recarsi. Tutto l’onere organizzativo nonché i costi relativi al suo spostamento, sono a carico del paziente stesso e non del SSN. Nonostante questa differenza in merito alla gestione dei costi, un’ambulanza di tipo privata non ha differenze con una pubblica poiché a bordo si trovano le medesime cose: kit per la rianimazione, cardiofrequenzimetro, medicinali generici, flebo etc. che possono essere sempre utili all’infermiere a bordo in caso di complicazioni durante il trasporto.