Come arredare un ristorante

Qualche consiglio base per arredare un ristorante. Di base perché, quando si tratta di dover arredare il luogo di lavoro, quello dove ogni giorno ospitate i vostri clienti, non potete prendere la poco profittevole scelta di far tutto da soli. Un buon designer d’interni si rivela fondamentale. In questo caso, vi consigliamo di dare un occhiata a www.ad-archdesign.it

Se il fai-da-te vi consente di risparmiare, ricordatevi però che rischiate di non ottenere un ambiente accogliete, rischiate di far errori che renderanno il ristorante poco ospitale.

Passiamo adesso ai consigli pratici. La prima cosa che vi consigliamo è quella di curare tutto nel minimo dettaglio. Per quanto delle volte non ci piace ammetterlo, la prima impressione è tutto. Chiaramente non potrete piacere a tutti. Il vostro stile risulterà piacevole per alcuni, spiacevole per altri. Questo è perfettamente normale. Il vostro scopo però è quello di attirare una determinata clientela. Un ristorante di lusso dovrà avere un arredamento di lusso. Un ristorante low cost, un arredamento sobrio e semplie.

Lo scopo è quello di attirare l’attenzione del cliente, affinché entri, si sieda al tavolo, mangi e torni ancora soddisfatto!

Il secondo consiglio è quello di non scegliere in fretta. Il rischio è quello di farsi prendere dalla frenesia del momento e cadere nell’acquisto di arredamenti troppo complessi. Cose che poi renderanno l’ambiente poco armonioso.

Quello che aiuta in questi casi è uno sguardo esteno e imparziale, qualcuno che si, vuole fare un ottimo lavoro, ma è esente dalla componente emotiva.

Il terzo consiglio, valido invece per voi che avete già un ristorante, è quello di non dar troppo per scontato. Se avete un’attività ventennale, magari con l’arredamento altrettanto vecchio, probabilmente è arrivato il momento di portare qualche cambiamento. Non importa stravolgere se fondamentalmente avevate fatto buoni acquisti in passato, ma ci saranno elementi da sostituire, cose che non funzionano più come un tempo, altre che sono del tutto passate di moda. L’immagine può diventare obsoleta e questo, non migliora il vostro business.

Una buona indagine di mercato è sempre di aiuto. Dovete farla prima di progettare l’arredamento. Individuate quali sono i tipi di clienti che volete attirate, cercate di capirne i gusti. Quando avete in mente il tipo di cliente (cosa che chiaramente influisce anche sui prezzi e il tipo di cucina proposta), procedete con l’arredamento.

Dovete valutare quanti coperti dovete avere per poter rientrare nelle spese fisse, nelle tasse e ovviamente per avere il vostro guadagno.

Adesso, potete iniziare a lavorare sull’immagine. Importantissimo che i colori scelti, gli arredi, i materiali… siano tutti in coerenza tra di loro.

Non dimenticatevi della cucina! E’ importantissima e deve essere progettata in modo molto accurato. Va realizzata in base alle risorse umane, al tipo di movimento al suo interno e come vengono distribuite le attrezzature professionali. Disporre in modo corretto la cucina, vi permette di ottenere una miglior efficienza.

Progettare e arredare un ristorante richiede tempo, buona conoscenza del settore e chiaramente qualcuno alle spalle che possa supportarvi in tutte le scelte. Qualcuno capace di fare il suo lavoro e perciò di aiutarvi ad ottenere un buon profitto, offrendo al cliente una cucina e un ambiente di qualità!