Semi di Canapa: tutto sui benefici e consigli utili

Al giorno d’oggi sono sempre di più coloro che prediligono l’utilizzo dei semi di Canapa in ambito alimentare. Si tratta di prodotti naturali molto interessanti e che danno modo di beneficiare di alcuni importanti vantaggi: ecco perciò tutto quello che serve sapere per essere certi di usarli nella maniera giusta.

Caratteristiche e valori nutrizionali dei semi di Canapa
I semi di canapa sono sicuramente degli alimenti naturali molto completi. A tutti gli effetti si possono considerare degli integratori benefici per la salute di uomini e donne allo stesso tempo. In primo luogo è bene considerare che si tratta di alimenti eccellenti dal punto di vista proteico, poiché contengono buone concentrazioni di amminoacidi essenziali. Ma non solo, dato che i semi di Canapa contengono anche altre sostanze che sono molto utili per l’organismo umano.

Si può parlare anche della buona concentrazione di vitamine del gruppo B all’interno dei semi di Canapa. Queste sono fondamentali in quanto rientrano nella composizione chimica di enzimi cruciali per il benessere fisico di uomini e donne. Basti pensare che 100 grammi di questo alimento riescono a coprire il fabbisogno quotidiano di vitamina B1. Assumere dunque semi di Canapa dà modo anche al sistema nervoso di funzionare in maniera efficace e sicuramente migliore.
Altra componente di grande importanza nei semi di Canapa è la vitamina E che è estremamente importante in quanto rappresenta un ottimo antiossidante in grado di neutralizzare i pericolosi radicali liberi.

Bisogna anche evidenziare che i semi di Canapa sono un’eccezionale fonte di calcio. A dimostrazione di ciò vi è il fatto che 100 grammi ne contengono ben 70 mg. Molto utile l’azione di quetso minerale soprattutto per le ossa, oltre che per il corretto funzionamento dei muscoli e del sistema nervoso.
Fino a dover considerare anche l’apporto di ferro che sanno garantire i semi di Canapa. L’assunzione giornaliera di questo minerale, in base a quanto consigliato dai medici, è di 10 mg nell’uomo, mentre fino a 18 mg nella donna. Il ferro è molto utile nell’organismo in quanto serve per trasportare l’ossigeno nei vari distretti e si può evitare una carenza che potrebbe esporre a disturbi come anemia o anche semplicemente astenia, stanchezza e inappetenza.
Indubbiamente i semi di Canapa possono essere molto utili nell’alimentazione di chi ha bisogno di un supporto di fosforo. Questo nutriente diventa di grande importanza non solo per la produzione di energia, ma anche per il metabolismo delle ossa e per la crescita del corpo.

Vale la pena anche sottolineare che c’è un perfetto bilancio di acidi grassi omega 3 e omega 6. Questo è un aspetto importante per capire quanto sia benefica la Canapa, a maggior ragione i suoi semi, per scopi alimentari. Gli omega 3 permettono di bilanciare correttamente i grassi presenti nell’organismo umano.

I benefici dei semi di Canapa nell’alimentazione
Il motivo per cui tante persone utilizzano i semi di Canapa anche in cucina è legato al benessere del corpo. Ed è bene precisare che ce n’è più di uno proprio a dimostrazione di quanto queste sostanze naturali possano rivelarsi degli integratori eccezionali per la salute. Ci sono diversi nutrienti (come visto nel precedente paragrafo) che permettono di ottenere dei benefici notevoli.
È bene parlare di alcuni benefici che non si può fare a meno di considerare quando si parla di sostanze del genere.

✓ ANTIOSSIDANT/ANTINFIAMMATORI
Questo è un potere notevole dei semi di Canapa soprattutto per via della presenza di buone quantità di acidi grassi omega 3, oltre che di vitamina E. Si tratta di un’azione combinata antinfiammatoria molto interessante e che sta attirando l’attenzione degli studiosi per determinate patologie. Inoltre è utile precisare che questi semi contengono grossamide, ovvero una molecola che agisce direttamente come antinfiammatoria. La sua assunzione potrebbe essere sfruttata soprattutto negli stati di neuro-infiammazione determinati da patologie degenerative.

✓ SALUTE CARDIOVASCOLARE
Un aumento del consumo di semi di Canapa comporta un miglioramento del funzionamento dell’intero sistema cardiovascolare. Questa azione ottima per la salute è svolta principalmente dagli omega 3 che sono presenti nei semi della Canapa e che sono fondamentali per il benessere del cuore e di tutti i tessuti ad esso connessi.

✓ UTILI CONTRO LA STITICHEZZA
Non si può non parlare dei semi di Canapa per coloro che soffrono di stitichezza. Un problema molto diffuso e che, alla lunga, può creare anche dei problemi rilevanti. Ecco perché è consigliabile introdurre nella propria alimentazione i semi di Canapa che contengono un buon quantitativo di fibre. Queste agiscono come regolarizzanti dell’attività intestinale.

✓ RICOSTITUENTI
I semi di Canapa si possono considerare come degli alimenti naturali energizzanti. Questo per via di un contenuto di proteine molto elevato e soprattutto per via della presenza di una serie di amminoacidi essenziali che sono fondamentali per il benessere dell’organismo.

Informazioni e consigli sull’utilizzo dei semi di Canapa
Sono tanti coloro che sono interessati alla possibilità di introdurre i semi di Canapa nella propria alimentazione settimanale. Sono eccezionali per chi soffre di patologie infiammatorie tra cui l’artrosi, ma anche di malattie autoimmuni ed alcune forme di orticaria. Il sollievo sarà immediato, anche se è bene precisare che non bisogna abusare di questi alimenti che, se consumati in quantità eccessiva, possono predisporre a diverticolite. Adatti anche a coloro che hanno colesterolo alto e problemi di pressione, oltre a portare ad un miglioramento delle funzioni intellettive e muscolari. Si capisce perciò che sostanze del genere portano ad importanti benefici per la salute. Ottime per gli sportivi e anche per chi predilige un’alimentazione vegetariana o vegana.
Si potrebbe pensare di aggiungerli a delle zuppe o anche a delle insalate. Senza dimenticare che da questi semi si ottengono mediante un’apposita macinatura delle pregiate farine utilizzabili in cucina per svariate pietanze. In ogni caso, la dose minima giornaliera raccomandata è di 50 grammi di semi decorticati, così da avere il giusto apporto di nutrienti. Il sapore è molto buono e viene considerato analogo a quello della nocciola, per cui si potrebbe anche pensare di adoperarli nella preparazione di dolci.
Per qualsiasi informazione aggiuntiva è bene rivolgersi a dei seri professionisti del settore come sensoryseeds.it che potranno dare tutti i chiarimenti necessari. Si tratta di un eccellente e-commerce dove poter acquistare prodotti naturali delle migliori qualità.