4 stili per arredare casa dopo la ristrutturazione edilizia

Nel momento in cui si avvia una ristrutturazione edilizia, è fondamentale decidere anche come arredare in maniera pregiata e di gusto. Di seguito, si possono trovare Quattro degli stili più utilizzati oggi per gli interni trovare quello che meglio risponde alle proprie caratteristiche.

Classico

Lo stile Più usato in assoluto per arredare casa è sicuramente quello classico che si fa alla tradizione. In questo caso, il legno è protagonista e si usa per realizzare mobili ma anche pavimenti, infissi e porte interne. Il bello di questo stile è che dura nel tempo oltre le mode del momento e risulta sempre valido. È Perfetto per chi desidera un ambiente di casa caldo e accogliente.

Moderno

Chi è alla ricerca di uno stile di arredo più al passo con i tempi dovrebbe orientarsi verso quello moderno. Si tratta di una soluzione che si caratterizza soprattutto per linee pulite e geometriche, niente di troppo decorato. Uno stile che guarda più essenziale che al decorativo. I colori da preferire sono quelli neutri per realizzare un interior design pulito e ordinato.

Shabby chic

Una soluzione molto utilizzata per andare negli ambienti di casa è lo shabby chic ispirato alle case di campagna e cottage inglesi. Si tratta di uno stile di arredo che utilizza molto in legno ma deve essere sbiancato e anticato. Si possono utilizzare anche colori pastello. L’importante è che si crei un mix tra arredi retrò e richiami alla natura. Un elemento che sicuramente non può mai mancare un arredamento in stile shabby chic è la credenza.

Modernariato

Lo stile arredo modernariato è una soluzione molto ricercata e particolare che predilige tutti quei pezzi, preferibilmente originali ma anche riproduzioni, di design realizzati tra gli anni 30 e 90. Quindi di soluzioni con linee molto particolari per creare un ambiente che abbia mobili che sembrano opere d’arte. Attenzione però a non confonderlo con stili di arredo vintage, retro e di antiquariato che sono diversi.

Per info e / o prenotazioni, vai su www.ristrutturazioniediliroma.eu