Home Blog Page 2

4 tipologie di serratura: dalla meno alla più sicura

Chiave a singola mappa

La chiave più classiche e antiche che ci sono quelle a singola mappa. Si tratta delle chiavi più antiche dirette discendenti di quelle medievali. Sono formate dall’impugnatura, dal gambo e dal cosiddetto pettine che deve esser inserito nella toppa della serratura. Sul pettine sono presenti intagli che si incastra perfettamente nella sua serratura che si apre. Si tratta di chiavi che possono essere usate più per le pronte interne poiché sono facili da violare: è sufficiente una chiave passe-partout per entrare.

Chiave seghettata

La chiave seghettata è un sistema di apertura che viene anche chiamata universale. In questo caso, la chiave vien tagliata lungo il profilo per aderire alla perfezione ai piccoli cilindri presenti dentro la serratura. I cilindri che vengono spostati dalla chiave si aprono in corrispondenza. Si tratta di un sistema piuttosto sicuro ma è polisillabe copiare le chiave oppure modificale al momento per far aprire una porta.

Chiave a mappa doppia

Una serratura più sicura della precedente che può essere richiesta alla ditta di pronto intervento fabbro a Roma è la chiave a mappa doppia. Si tratta di un’evoluzione diretta di quella a singola mappa poiché, allo stesso modo è presente l’impugnatura, il gambo e il pettine da inserire nella toppa. Invece di avere un singolo pettine, sono presenti due pettini apparentemente speculari anche se si differenziano per il loro disegno di intagli. È una chiave più sicure dalla seghettata perché è più sofisticata e la serratura è più difficile da violare.

Chiave punzonate

Le chiavi punzonate sono quelle che si usano per la serratura con i per cilindri europei, i quali rappresentano la miglior tecnologia di protezione per le porte blindate ad uso abitativo. Il pronto intervento fabbro a Roma consiglia sempre porte con questo tipo di serratura nelle situanti a rischio dove la possibilità di subire un’effrazione è maggiore, come per chi abita a piano terra, rialzato o ha l’ingresso ce dà subito sull’esterno. La chiave ha dei punzoni che combaciano con la lunghezza del cilindro il quale poi si apre.

 

5 sistemi che si usano per migliorare la sicurezza delle porte blindate

I materiali resistenti

Il primo modo per rendere più sicura una porta blindata è scegliere dei materiali molto resistenti. All’apparenza le porte sono in legno ma dietro ai pannelli in laminato c’è un’anima in metallo pesante che impedisce agli eventuali scassinatori di scalfirle la porta.

Le barre laterali

Un modo per rendere più sicura una porta blindata è installarla a regola d’arte. Il pronto intervento fabbro a Roma deve rendere la porta un tutt’uno con il muro dove viene installata perché si realizzano delle barre di ferro o un altro materie simile, dette anche zanche. Le barre vengono messe lateralmente e penetrano anche per 30 cm nel muro così il telaio non può essere scardinato usando un piede di porco in maniera da aumentare la sicurezza.

La serratura con i cilindri europei

I cilindri europei oggi rappresentano il miglior sistema di sicurezza per le pronte blindate. Rispetto alla serratura con la chiave seghettata, quelle con i cilindri sono più sicure perché non è possibile usare una chiave modificata per aprire la porta.

Il sistema anti bumping

Il pronto intervento fabbro a Roma istalla porte blindate che hanno sempre il sistema di anti bumping. Un sistema usato dai ladri per scassinare le porte con sistemi più moderni del solito è proprio il bumping. In questo caso, gli scassinatori infilano un cacciavite o un pezzo di metallo nella serratura e lo spingono dentro con l’aiuto di un martello. Questa violento sistema ha lo scopo di far saltare i cilindri spaccandoli per aprire la porta. Se è in atto un tentativo del genere, una porta anti bumping si blocca da sola senza lasciare occasione ai ladri di scassinarla.

La bocchetta di protezione

Nel punto in cui vien montata la serratura deve essere messa una bocchetta di protezione per proteggere il punto debole. Se la bocchetta non è messa, i ladri possono inserire i loro strumenti in un punto qualsiasi intorno alla serratura e iniziare a martellare o trapanare per far saltare la serratura stessa.

Consigli per chi viaggia in paesi tropicali

Consigli per chi viaggia in paesi tropicali

L’hai sempre sognato e ora stai per partire verso una meta tropicale. Sei sicuro di essere completamente pronto? Non vogliamo metterti dubbi inutili, semplicemente aiutarti con qualche consiglio pratico se devi muoverti in queste zone bellissime che molto spesso richiedono qualche accortezza in più.

Prima di partire

Iniziamo col dirti che sarebbe bene una visita medica, completa, con esami emato-chimici, per comprendere se sei in uno stato psico-fisico che può sopportare un cambio di stile di vita. Non preoccuparti, non sarà nulla di tragico. Inoltre sicuramente dovrai fare dei vaccini specifici. Non dare per scontato passaporto e visti, se ti sei affidato a un’agenzia viaggi sicuramente te lo ricorderanno, ma tu appuntalo tra le cose da fare prima della partenza. Cerca di evitare di viaggiare troppo pesante, porta l’indispensabile. Persino i repellenti per insetti sono inutili, quelli italiani sono troppo blandi, meglio se li compri sul posto. Presta attenzione ai medicinali da portare.

Come comportarsi una volta arrivati

La “diarrea del viaggiatore” è sicuramente una di quelle cose con cui chi viaggia spesso si trova ad avere a che fare. La regola è scegliere acqua in bottiglia e, per essere più sicuri, farla bollire. Evita il ghiaccio e usa l’acqua imbottigliata anche per lavarti i denti. Evita il latte o alimenti che possono contenerlo, se lo devi consumare fallo bollire. Mangia frutta sbucciata e verdure cotte, evita frutti di mare, pesce crudo o alimenti comprati nei mercatini. Per evitare punture di insetti compra sul luogo i repellenti e se puoi alloggia in luoghi dotati di zanzariere. I paesi tropicali sono tanto belli quanto molto problematici in fatto di cibi, quindi il nostro consiglio è di non avventurarti, ma di affidarti a tour operator internazionali e villaggi con standard elevatissimi.

Articolo offerto da offerte hotel, il portale di nuova concezione per prenotazioni alberghiere a tariffe scontate di Hotel Express International

Ristorazione professionale, quale partner scegliere?

Avere una attività nella ristorazione professionale è un grosso impegno, che può essere più semplice grazie alla collaborazione con dei partner affidabili. Per chi è alla ricerca di un’azienda per l’acquisto di attrezzature professionali per la ristorazione, Gastrodomus può essere sotto ogni punto di vista una soluzione più che ideale.

Azienda leader nel settore delle attrezzature professionali per mense, ristoranti e cucine in generale, Gastrodomus grazie alla esperienza maturata nel corso degli anni è in grado di fornire un servizio accurato e mai banale. Gli addetti alla vendita, così come lo staff del reparto assistenza, è composto da persone motivate e professionalmente preparate nel loro ambito lavorativo.

Garanzia garantita al 100%

Ogni prodotto acquistato presso lo showroom o lo store online di Gastrodomus è coperto da garanzia originale italiana per dodici mesi sui difetti di conformità. L’utilizzo improprio dei prodotti o attrezzi acquistati, naturalmente è escluso dalla garanzia fornita.

Nel caso un’attrezzatura risulti difettata, Gastrodomus si fa carico dell’onere del pezzo di ricambio. In questo modo, il cliente ha la possibilità di sostituire da solo il pezzo danneggiato e poter tranquillamente tornare a lavorare.

Trasporto gratuito

Al raggiungimento di 200€ di spesa + IVA online o presso la sede fisica di Gastrodomus si ha diritto a beneficiare delle spese di spedizione gratuite. Grazie auna serie di corrieri nazionali dalle comprovate qualità, la merce arriverà nella vostra azienda nel più breve tempo possibile.

Se si verificasse il caso di imballi con evidenti manomissioni e/o rotture, è sempre possibile accettare la merce con la dicitura di “riserva di controllo”. In questo modo, si ha la possibilità di beneficiare dell’assicurazione che copre i pacchi spediti da Gastrodomus.

Nel caso sia necessario, Gastrodomus ha anche la possibilità di spedire merce e attrezzature fuori dall’Italia. Per conoscere tempistiche e costi dell’invio, è bene contattare il servizio clienti.

Assistenza professionale

In ogni momento del vostro ordine, pre e post vendita, è possibile usufruire di un ottima assistenza professionale online e offline. Infatti, grazie a email, numero di telefono e numero verde si possono avere tutte le informazioni di cui si necessita. Il personale addetto a questo servizio, è in grado di risolvere ogni vostro dubbio sull’acquisto o sull’utilizzo di una attrezzatura o apparecchiatura.
Come si è visto da questa breve escursione dei punti a favore di Gastrodomus, il reparto vendita e post vendita è sempre pronto ad accogliere le richieste dei clienti e a cercare di risolverle nel migliore dei modi. Anche se questa caratteristica può sembrare poca cosa, non è da tutte le aziende fornire un servizio così professionale e pro attivo verso i propri clienti.

Scegliere Gastrodomus come partner per i propri acquisti nel settore delle attrezzature professionali, vi farà sentire all’interno di una grande famiglia. Famiglia, che è pronta ad aiutarvi anche nei momenti più complicati.

www.pavimentisulweb.it : materiali e tecniche di pavimentazione

Tra le varie tecniche di pavimentazione destinate prevalentemente ad un uso residenziale, ma ideali anche per ambienti pubblici, officine e spazi commerciali, il parquet è uno dei più eleganti e prestigiosi, realizzato con i caratteristici listoni in legno massiccio, posati in maniera tale da creare eleganti motivi e sfumature raffinate. Si tratta di elementi in legno massiccio piuttosto spesso, disponibili in diversi colori e finiture, in relazione all’essenza di legno e alle tecniche di lavorazione. La particolarità del parquet è proprio la fibra del legno che, variando da una tipologia all’altra, permette di ottenere risultati decorativi inediti e sorprendenti.

Inoltre, il legno possiede le qualità di un materiale vivo e in continua evoluzione, che nel corso del tempo potrebbe mutare di colore anche in relazione alle condizioni di luce, di umidità e di temperatura. Riguardo alle tecniche di posa del parquet, è necessario tenere conto che la superficie dove i listoni andranno a posarsi deve essere sempre perfettamente liscia e omogenea, senza buchi, crepe o altre irregolarità. Il portale www.pavimentisulweb.it si propone come punto di riferimento essenziale per ottenere informazioni dettagliate riguardo alle caratteristiche e alle particolarità del parquet e delle pavimentazioni in legno, al fine di permettere ad ognuno di orientarsi verso la scelta più adatta, sia per l’estetica che per le prestazioni e la qualità.

Pur essendo molto resistente, il parquet necessita comunque di alcune precauzioni, e di una manutenzione periodica. Un’alternativa valida e resistente, che tuttavia può offrire un eccellente risultato per quanto riguarda l’estetica e lo stile, è costituita dai pavimenti in laminato, un tipo di prodotto che, pur non essendo certo paragonabile ad una pavimentazione in legno, offre doti di resistenza, estrema durata nel tempo ed economicità, unite ad un’estetica effetto legno molto piacevole ed elegante. I pavimenti in laminato sintetico sopportano ogni genere di situazione, resistono bene all’umidità e all’acqua, non si graffiano, si possono lavare tranquillamente come qualsiasi rivestimento sintetico e possono essere posati anche da chi non è esperto in questo tipo di lavori. Il sito pavimentisulweb.it offre una serie di informazioni relative alle pavimentazioni in laminato, illustrandone non solo le qualità, ma anche il metodo per effettuare la posa in maniera semplice e rapida.

Aforismi sul web: i più belli sul tramonto!

Gli aforismi sul web sono facili da rintracciare, il difficile alcune volte è capire cosa si vuol dire, che pensiero si vuole esprimere. Ci sono categorie di aforismi delle volte lasciate un po’ in secondo piano, come ad esempio quelli dedicati al tramonto.

 

Cos’è in fin dei conti il tramonto? Il momento in cui il sole “muore” in mare. Pronto a rinascere con l’alba successiva. Qualcosa che tutti noi diamo per scontato, che alcune volte ci porta pure un po’ di malinconia se stiamo vivendo una giornata stupenda. Questo perché il tramonto segna la quasi conclusione della giornata.

 

Rappresenta la dissolvenza, l’allontanamento. Il tramonto è ricco di metafore e secondo noi, tra i bei aforismi dedicati puoi trovarli su aforismisulweb.it.

 

Esistono frasi che più di ogni altra cosa riescono proprio a rafforzare la bellezza di quell’attimo. Si perché basta soffermarsi una volta a guardare il sole nella sua discesa per innamorarsi del momento, per sperare di poterlo vivere per sempre. I colori chiari, con i suoi chiaroscuri, sono fantastici.

 

Il tramonto porta commozione, incanto, ma anche nostalgia. Tantissimi i sentimenti. E’ anche un momento carico di mistero, quello in cui le forze del mondo si scontrano e si danno il cambio. Non c’è da sorprenderci infatti se artisti di ogni tempo, da scrittori a pittori, da cantanti a fotografi, hanno cercato d’immortalare con la propria arte il tramonto.

 

Arthur Schopenhauer disse: La morte somiglia al tramonto del sole, il quale solo in apparenza viene inghiottito dalla notte, mentre in realtà, esso ch’è sorgente unica d’ogni luce, senza interruzione arde, a nuovi mondi reca nuovi giorni, in ogni attimo si leva e in ogni attimo tramonta.

 

Ghandi invece: Quando ammiro la meraviglia di un tramonto o la bellezza della luna, la mia anima si espande in adorazione del Creatore.
Un esempio di aforismi sul tramonto che denotano invece malinconia in ciò che questo momento della giornata rappresenta, c’è dato da Jorge Luis Borges, con la frase: A quel tempo, cercavo i tramonti, i sobborghi e l’infelicità; ora cerco i mattini, il centro e la serenità.

 

10 cose che possono servire per il trascolo

  1. Le scatole. Per il trasloco Milano non possono mandare gli scatoloni che devono essere in cartone tripla onda che assicura la massima resistenza.
  2. Lo scotch da pacchi. Lo scotch da pacchi è quello marrone che è il meglio per montare le scatole di cartone. Il consiglio migliore è quello di passarlo più volte sul fondo in maniera da rinforzarlo per bene.
  3. Le patatine di polistirolo. Uno dei materiali da imballaggio professionale che serve in un trasloco Milano sono le patatine di polistirolo. Perfetti per riempire gli spazi vuoti dentro le scatole in modo che gli oggetti non sbattano tra loro.
  4. Il pennarello. È meglio usare un pennarello indelebile per segnare sulla scatola alcune informazioni come, per esempio, il senso in cui va portato, se contiene oggetti fragili e in che stanza va messo.
  5. Le valigie. È bene usare valigie, trolley e borsoni per spostare tutto il guardaroba in modo ordinato e senza il rischio di sporcarlo durante il trasporto affinché si possa evitare di rilavarlo.
  6. I sacchi in pvc. un sistema per proteggere gli abiti è usare i sacchi in pvc usa e getta, proprio come si fa in lavanderia per evitare che lo sporco si depositi sopra gli indumenti, sporcandoli.
  7. La scala. Uno degli strumenti indispensabili per un trasloco Milano è la scala che serve per raggiugere i punti alti, soprattutto in fase di smontaggio dei mobili e degli altri arredi.
  8. Il trapano. Durante lo smontaggio dei mobili, un trapano è molto utile poiché consente di togliere tutte le viti e i meccanismi.
  9. Il pluriball. Durante l’imballaggio, il pluriball è il materiale professionale che protegge gli oggetti più fragili. Questo sottile foglio di plastica con le bollicine di aria si può usare anche per gli oggetti tecnologici.
  10. La carta di giornale. In alternativa al pluriball si può anche usare la carta del giornale per incartare tutto quello di più fragile o anche per riempire gli spazi vuoti negli scatoloni, appallottolando i fogli.

 

 

 

Perché utilizzare il cartongesso rispetto ad altri materiali di costruzione? 4 ottime ragioni per farlo

Velocità di posa

La prima ottima ragione per impiegare di più il cartongesso nei lavori di costruzione o anche di ristrutturazione è la velocità di posa. Questo è un prodotto che è molto veloce da posare, soprattutto se lo si compara con altri materiali per costruzione come i mattoni, il cemento, il legno etc. Realizzare una parete è davvero molto veloce poiché è sufficiente creare una intelaiatura di acciaio dove poi sono avvitati pannelli, i quali sono realizzati di uno speciale cartone e gesso di cava.

Massima durata nel tempo

Una delle principali ragioni per utilizzare di più il cartongesso Roma nei lavori edili è la sua grande resistenza che assicura la massima durata nel tempo. Il cartongesso, infatti, è in grado di non avere problemi per via di eventuali incendi, scosse di terremoto, umidità, etc. Una parete realizzata con il cartongesso è in grado di tenere immutate le sue caratteristiche a lungo nel corso del tempo, al fine di avere il minimo dei problemi e la massima durata.

Tempi di consegna certi

La velocità di posa del cartongesso Roma ha come implicazione dei tempi più certi in merito alla consegna, quando si realizzano dei lavori di costruzione o anche di ristrutturazione capita sempre di avere dei ritardi che fanno slittare la consegna. Essendo il cartongesso più facile veloce da posare, il rischio di far scivolare la consegna a data da destinarsi, è minore, i tempi di consegna sono rispettati più facilmente con il cartongesso.

Economicità maggiore

Il cartongesso Roma è un prodotto che ha un costo inferiore rispetto ad altri materiali di costruzione così è possibile avere n immediato risparmio. Ma non è finita qui! Usare il cartongesso produce un altro risparmio: dato che le ore lavorate dagli operai sono inferiori grazie alla velocità di posa, la fattura relativa sarà più leggera e meno dispendiosa così da avere accesso a un notevole risparmio senza dover fare a meno della qualità, fondamentale per essere soddisfatti e contenti del risultato finale.

Quando assumere il Buscopan?

Dolori e crampi addominali sono i disturbi più comunemente trattati col Buscopan, un farmaco di automedicazione acquistabile in farmacia senza bisogno di presentare una prescrizione medica. Ci sono anche casi più complicati, però, in cui l’assunzione del farmaco, se sotto stretto controllo del medico di fiducia o dello specialista, può dare sollievo al paziente.

Buscopan: indicazioni d’uso, terapie particolari, posologia

Il principio attivo del Buscopan è infatti la scopolamina, un alcaloide semisintetico della belladonna che funziona da miorilassante. Usata per trattare i disturbi a carico del sistema gastroenterico e urinari, questa aiuta – come si accennava – ad alleviare crampi, spasmi vescicali, coliche renali, oltre che essere un valido sostegno nella terapia per la sindrome del colon irritabile e per la diverticolite. In più, spesso associata con il paracetamolo, la scopolamina, e quindi il Buscopan, possono assolvere a una seppur blanda attività antidolorifica.

Sebbene non sia formalizzato tra le indicazioni terapeutiche del Buscopan, il farmaco viene spesso utilizzato, però, anche in gravidanza con uno scopo ben preciso: ridurre le probabilità di parto prematuro e le minacce di aborto. Trattandosi di un antispastico, infatti, può agire sull’attività muscolare implicata in questi processi: inutile ribadire come in casi come questi sia essenziale il controllo medico e nessuna iniziativa andrebbe presa in autonomia. Lo stesso principio vale per l’utilizzo della scopolamina nei malati terminali e per migliorare il rantolo agonico.

Quanto a posologia e metodo di assunzione, va precisato innanzitutto che il Buscopan può essere assunto anche nei bambini al di sopra dei sei anni – meglio se attenendosi strettamente, in questo caso, a dosi e periodi di trattamento consigliati dal pediatra. In commercio sono disponibili, poi, diverse formule: l’assunzione di Buscopan può avvenire, infatti, tanto per via orale, quanto per via rettale o intramuscolare ed endovenosa e il paziente può scegliere, di in caso in caso, la “forma” che trova più efficace e di sollievo. Le uniche avvertenze riguardano eventuali allergie o ipersensibilità al principio attivo e agli altri eccipienti e la possibilità che il Buscopan interagisca con altri farmaci: anche in questi casi consultare il medico è la soluzione migliore.

Come arredare un ristorante

Qualche consiglio base per arredare un ristorante. Di base perché, quando si tratta di dover arredare il luogo di lavoro, quello dove ogni giorno ospitate i vostri clienti, non potete prendere la poco profittevole scelta di far tutto da soli. Un buon designer d’interni si rivela fondamentale. In questo caso, vi consigliamo di dare un occhiata a www.ad-archdesign.it

Se il fai-da-te vi consente di risparmiare, ricordatevi però che rischiate di non ottenere un ambiente accogliete, rischiate di far errori che renderanno il ristorante poco ospitale.

Passiamo adesso ai consigli pratici. La prima cosa che vi consigliamo è quella di curare tutto nel minimo dettaglio. Per quanto delle volte non ci piace ammetterlo, la prima impressione è tutto. Chiaramente non potrete piacere a tutti. Il vostro stile risulterà piacevole per alcuni, spiacevole per altri. Questo è perfettamente normale. Il vostro scopo però è quello di attirare una determinata clientela. Un ristorante di lusso dovrà avere un arredamento di lusso. Un ristorante low cost, un arredamento sobrio e semplie.

Lo scopo è quello di attirare l’attenzione del cliente, affinché entri, si sieda al tavolo, mangi e torni ancora soddisfatto!

Il secondo consiglio è quello di non scegliere in fretta. Il rischio è quello di farsi prendere dalla frenesia del momento e cadere nell’acquisto di arredamenti troppo complessi. Cose che poi renderanno l’ambiente poco armonioso.

Quello che aiuta in questi casi è uno sguardo esteno e imparziale, qualcuno che si, vuole fare un ottimo lavoro, ma è esente dalla componente emotiva.

Il terzo consiglio, valido invece per voi che avete già un ristorante, è quello di non dar troppo per scontato. Se avete un’attività ventennale, magari con l’arredamento altrettanto vecchio, probabilmente è arrivato il momento di portare qualche cambiamento. Non importa stravolgere se fondamentalmente avevate fatto buoni acquisti in passato, ma ci saranno elementi da sostituire, cose che non funzionano più come un tempo, altre che sono del tutto passate di moda. L’immagine può diventare obsoleta e questo, non migliora il vostro business.

Una buona indagine di mercato è sempre di aiuto. Dovete farla prima di progettare l’arredamento. Individuate quali sono i tipi di clienti che volete attirate, cercate di capirne i gusti. Quando avete in mente il tipo di cliente (cosa che chiaramente influisce anche sui prezzi e il tipo di cucina proposta), procedete con l’arredamento.

Dovete valutare quanti coperti dovete avere per poter rientrare nelle spese fisse, nelle tasse e ovviamente per avere il vostro guadagno.

Adesso, potete iniziare a lavorare sull’immagine. Importantissimo che i colori scelti, gli arredi, i materiali… siano tutti in coerenza tra di loro.

Non dimenticatevi della cucina! E’ importantissima e deve essere progettata in modo molto accurato. Va realizzata in base alle risorse umane, al tipo di movimento al suo interno e come vengono distribuite le attrezzature professionali. Disporre in modo corretto la cucina, vi permette di ottenere una miglior efficienza.

Progettare e arredare un ristorante richiede tempo, buona conoscenza del settore e chiaramente qualcuno alle spalle che possa supportarvi in tutte le scelte. Qualcuno capace di fare il suo lavoro e perciò di aiutarvi ad ottenere un buon profitto, offrendo al cliente una cucina e un ambiente di qualità!