Home Blog Page 2

L’importanza della corretta igiene orale: 3 ottimi consigli da seguire subito

Moltissimi, anche adulti, sottovalutano l’importanza della corrente igiene orale e, ogni volta che vanno dal dentista, si trovano con dei denti davvero messi male. Vediamo dunque alcuni consigli per evitare problemi a bocca, denti e gengive.

  1. Lavare i denti dopo ogni pasto

I residui lasciati dagli alimenti che mastichiamo, restano sui denti formando la cosiddetta placca. Per rimuovere la patina giallastra che riveste lo smalto del cliente, occorre lavare i denti dopo ogni singolo pasto. Lo spazzolino va usato più volte al giorno per evitare che la placca sedimenti alimentando i batteri nocivi presenti nella bocca. Anche dopo il piccolo spuntino, dovremmo prendere la buona abitudine di lavare i denti per evitare che le sostanze contenute, come gli zuccheri e gli acidi, attacchino la nostra bocca.

  1. Strofinare in ogni direzione

Purtroppo, moltissime persone tutti i giorni si lavano i denti modo scorretto poiché passano lo spazzolino solo in orizzontale. Per eliminare ogni residuo e per garantire l’igiene dei denti, occorre che lo spazzolino venga passato in ogni singola direzione. Il movimento corretto è sicuramente quello verticale che permette di togliere i pezzi di cibo incastrati negli spazi tra i denti. Il pulire bene i denti all’interno del palato, occorre fare un movimento dall’interno verso l’esterno. Più lo spazzolino viene passato in azioni diverse, più ci assicuriamo una pulizia completa evitando la formazione del tartaro che è molto più ostinato e difficile da rimuovere.

  1. Usare il filo interdentale

Bisogna però dire che lo spazzolino non riesce a raggiungere tutti i punti della bocca, lasciando zone dove i batteri proliferano. Per togliere tutta la sporcizia incastrata nei denti, bisogna sempre usare il filo interdentale, almeno una volta in settimana. Il filo interdentale non deve mai mancare nella igiene orale completa. Inoltre, si può usare lo scovolino che aiuta a passare agevolmente in tutti i punti della bocca senza dimenticare nulla.

Per info e / o prenotazioni, vai su www.dentista-genova.net

Produrre acqua calda sanitaria in maniera innovativa: ora è possibile

Oggi esistono dei sistemi innovativi per la produzione di acqua calda sanitaria che hanno mandato in pensione le vecchie caldaie tradizionali. Il tecnico della installazione e assistenza caldaie a Roma sostituisce quelle a condensazione, la tecnologia più efficiente per la produzione di con soluzioni di ultima generazione con tecnologie come quelle elencate di seguito.

  1. La pre miscelazione del

    gas

Prima che il gas venga inviato al bruciatore, le caldaie di ultima generazione addizionano della semplice aria. Questa quantità aggiunta non compromette la produzione di calore che resta immutata. L’unico effetto riguarda invece il consumo che diventa finalmente più basso essendo ridurre la bolletta del gas che viene evitata nella bussola della posta fine periodo.

  1. L’autoregolazione termica

Le caldaie di ultima generazione hanno anche un sistema di auto regolazione della temperatura dell’acqua prodotta. Nelle normali caldaie tradizionali, la temperatura va regolata manualmente da estate a inverno passando da 40° centigradi a un massimo di 60° centigradi. Alcuni si dimenticavo di farlo e consumano sacco di gas anche durante la stagione estiva senza avere vantaggi economici ma mantenendo la bolletta del gas piuttosto alta. Le caldaie 2.0 imposta la temperatura in base a quanto fa caldo o freddo all’esterno garantendo un netto risparmio in bolletta, la quale diventerà finalmente più leggera rispetto prima.

  1. La tecnologia a condensazione

Il tecnico della installazione e assistenza caldaie a Roma sostituisce le caldaie tradizionali con quelle a condensazione, la tecnologia più efficiente per la produzione di acqua calda sanitaria. Le caldaie a condensazione hanno un funzionamento particolare che garantisce un risparmio in bolletta del gas anche del 25%. Prima che i fumi prodotti durante la combustione trasportino parte del calore fuori dalla canna fumaria, la caldaia li blocca e li condensa recuperando parte del calore prodotto. Si tratta di soluzioni che eliminano questo spreco e riescono a funzionare con una minore quantità di gas consumato che si traduce in un importo più leggero fatturato in bolletta dalla compagnia fornitrice.

 

Cucina tipica di Comacchio: che cosa ordinare al ristorante

Se anche voi state organizzando le prossime vacanze estive ai lidi ferraresi e siete amanti della buona cucina, allora dovete conoscere i piatti della tradizione da ordinare la ristorante. Se siete sempre alla ricerca di novità in cucina, prenotare in uno dei tanti ristoranti a Comacchio e ordinate uno, o meglio più, dei piatti elencati di seguito

L’anguilla

Provate l’anguilla: fritta, grigliata, in umido ma soprattutto marinata almeno una volta nella vita. Può non sembrare gustosa ma meglio provare prima di spuntare sentenze. È un pesce dal gusto molto particolare con la carne un po’ grassa tipica della zona. Si pesca in acque basse proprio come quelle attorno a Comacchio, motivo che ne hanno fatto l’ingrediente più tradizionale e tipico dei poveri pescatori. Le antiche ricette sono ancora oggi tramandate gelosamente e con grande cura pere restare legati alle tradizione in cucina.

Il risotto

Un altro prodotto tipico della zona è il riso. Le tante trattorie e osterie preparano risotti a base di pesce misto che prende il nome di risotto alla pescatore. Che cosa finisce nel condimento dipende un po’ dal pescato del giorno ma, solitamente, non mancano le vongole, le cozze, la coda di rospo. Da provare anche il risotto alle canocchie, un mollusco che si trova solo qui.

Il pesce del giorno alla griglia

Uno dei modi migliori in assoluto per gustare il pesce è farlo alla griglia. È sufficiente chiedere che cosa c’è di fresco oppure scegliere direttamente dal banco del pesce quale farsi cucinare: non c’è migliore garanzia di freschezza e qualità! In alternativa, si può ordinare la grigliata di pesce misto che spesso include orate, branzini, sarde, alici, crostacei e molto altro ancora. Nei ristoranti a Comacchio arrivano questi vassoi di pesce grigliato da condividere che sono una gioia per gli occhi e per il palato. Chi va a Comacchio ma non mangia in un bel ristorante di pesce, ha perso metà dell’esperienza perché si trovano solo prodotti freschissimi pescati nel vicinissimo mare, cucinati ancora come tradizione vuole.

 

Le 3 tecnologie più innovative per la produzione di acqua calda sanitaria

Oggi sul mercato sono presenti diversi tecnologie all’avanguardia che permettono di produrre acqua calda sanitaria consumando minore quantità di gas combustibile. Per capire quali sono queste 3 tecnologie e in che cosa consistono, abbiamo pensato di preparare una breve guida divisa in paragrafi.

  • La tecnologia a condensazione

Tutte le caldaie installate dalla assistenza caldaie Beretta a Milano hanno una tecnologia a condensazione per ridurre i consumi. Si riesce a risparmiare addirittura il 25 – 30% rispetto a prima. Questa tecnologia consente di eliminare gli sprechi rappresentati dai fumi di scarico. Durante il processo di combustione del gas, oltre alla produzione di calore, si generano anche dei fumi scaricati tramite la canna fumaria. Questi fumi trascinano conserva parte del calore ma questa innovativa tecnologia di condensa per recuperare una parte. Con la stessa quantità di gas consumato, la caldaia a condensazione produce maggiore quantità di calore. Sarebbe opportuno che tutti sostituiserro la vecchia caldaia con una a condensazione anche per avere un sistema più ecologico che produce minori fumi dannosi per l’atmosfera.

  • L’ autoregolazione termica

I sistemi più innovativi hanno tutti l’autoregolazione termica. Significa che la temperatura della prodotta dalla caldaia nuova più regolata manualmente. In base a quanto fa caldo o freddo, la caldaia regola in autonomia la temperatura dell’acqua passando da 40° C e 60° C. Questo consente un risparmio sui consumi che si trasformano in una bolletta più leggera recapitata nella cassetta della posta a fine periodo. Il risparmio, soprattutto durante la stagione più bella, è garantito e non c’è il rischio di dimenticare di regolare la temperatura.

  • La pre miscelazione del gas

Le caldaie di ultima generazione dell’installazione e assistenza caldaie Beretta a Milano hanno un sistema di pre miscelazione del gas. Questo significa che, prima che il gas venga inviato al bruciatore, viene aggiunta della semplice aria. Ciò non compromette la produzione di calore ma aiuta a ridurre sensibilmente i consumi per avere una bolletta dell’importo più economico.

Sguardo più giovane e disteso con la blefaroplastica

La blefaroplastica è l’intervento di chirurgia estetica che consente di togliere anche 10 anni dallo sguardo. Se la zona degli occhi risulta stanca e spenta, la colpa è della pelle che cade verso il basso. È normale che con il passare del tempo le cellule del derma risentano dall’azione dei radicali liberi. La perdita di collagene fa apparire delle righe ai alti degli occhi che prende il nome di “zampe di gallina”, la palpebra cadente e le borse sotto agli occhi. In realtà quest’ultimo caso può esser anche dovuto a una predisposizione genetica; a luce persone hanno le borse sotto agli occhi naturalmente no per forza solo quando sono stanchi. Vediamo allora di capire meglio come funziona questo intervento per ringiovanire la zona degli occhi.

Come si esegue la blefaroplastica

L’intervento di blefaroplastica può essere completo oppure diviso in superiore e inferiore. iniziamo da sopra: il chirurgo plastico segue un’incisione seguendo la naturale piega della palpebra dall’esterno fino all’apice interno. Di solito, il taglio ha la forma tipica di una mezza luna. Non resta che scollare la pelle dai tessuti ed eventualmente risaldare quelli che hanno ceduto. Per eliminare le rughe e appianare lo sguardo, il chirurgo tende bene la pelle e taglia uno strato in eccesso per poi ricucire con una particolare tecnica che rende i punti pressoché invisibili.

Per quanto riguarda la parte inferiore dell’occhio. L’incisone viene fatta lungo l’attaccatura delle ciglia con un taglio diritto. Anche questa volta, si scolla la pelle dal tessuto. Per ridurre il gonfiore, può essere necessario far ricorso alla tecnica della liposuzione che risucchia il grasso e altri liquidi che fanno gonfiare la zona.

Il post operatorio

Dopo l’operazione, è normale che la zona sia dolorante e appaia un edema bluastro che si riassorbe da solo senza dover far nulla. La pelle è finalmente distesa e lo sguardo si apre molto di più rispetto a prima. I risultati sono visibili già da subito.

Per prendere subito un appuntamento, clicca qui www.vitocontreas.it

Arrivare in aeroporto senza ritardi: come si fa

Se devi prendere un volo aereo, sia per lavoro che per piacere, arriva spontanea una domanda: come arrivo in tempo in aeroporto? Bisogna sapere che in aeroporto non c’è spazio per i ritardi e contrattempi. Se arrivi in ritardo al gate degli imbarchi, non puoi più salire sull’aereo che parte senza di te. Purtroppo, a diverse persone è capitato di restare bloccati a terra perché il gate era già chiuso. È indispensabile arrivare in aeroporto con tutto il tempo necessario per fare il check in e i controlli di sicurezza senza dover fare le corse. Nei paragrafi che seguono di questa guida, vediamo con più precisione quali sono i sistemi più usati per dirigersi in aeroporto e altri dettagli su cui convien fare chiarezza.

Tanti sistemi diversi a confronto

Ci sono davvero molti sistemi oggi per arrivare in aeroporto senza ritardi. Diverse persone scelgono i classici mezzi pubblici, ma spesso bisogna fare i conti con ritardi dei mezzi che fanno saltare tutte le coincidenze. Altri preferiscono prende un taxi, ma per lunghe distanze diventa davvero molto costoso. Ambedue le proposte possono essere valide solo se si parte da molto vicino, ma la puntualità ancora non è garantita. Se preferisci avere tutto sotto controllo e non far affidamento su nessuno, la cosa migliore è prendere al tua automobile di tutti i giorni. Potrai quindi decidere tu l’orario di partenza, il tragitto, eventuali fermate etc. onde evitare di fare tardi in aeroporto e perdere il tuo volo aereo.

Dove parcheggiare l’automobile

Se sceglie l’automobile, sorge però un problema: dove parcheggiare? Non conviene parcheggiare proprio nell’aeroporto perché il costo diventa molto alto dato che l’auto resta ferma per tutti i giorni in cui sei in viaggio. La soluzione è prenotare un parcheggio Malpensa, un autosilo low cost dove lasciare la tua automobile parcheggiata mentre sei in viaggio a una tariffa iper vantaggiosa per il tuo portafoglio. La navetta è gratuita e ti porta proprio davanti al gate delle partenze.

Per info e / o prenotazioni, vai su www.parcheggiomalpensamilano.it

3 materiali per gli infissi di casa: tutti i pro e contro

I serramenti e gli infissi di casa possono essere realizzati con materiali differenti; the sento in questa breve guida li abbiamo elencati tutti e 3 evidenziando I relativi punti di forza e debolezza di aiutare nella scelta.

Gli infissi in legno

Il materiale più tradizionale che si utilizza per la produzione di infissi e serramenti, è sicuramente il legno. Questo materiale ha molte caratteristiche ottimali, iniziare sicuramente dalla sua estetica superiore. Grazie all’utilizzo di essenze di legno diverse, è possibile ottenere colorazioni ed effetti diversi da abbinare con il resto dell’arredamento o anche solo della facciata dell’edificio. Il legno è bello da vedere e rende l’ambiente caloroso e accogliente.ma ha anche alcuni difetti che conviene prendere in considerazione. Purtroppo, il materiale subisce particolarmente l’azione deteriorante degli agenti climatici come umidità e pioggia. Vale a dire che, con il passare del tempo, il legno degli infissi può rovinarsi e necessitare di operazioni di restauro. Si tratta però di un materiale molto resistente ottimo per garantire la sicurezza che però ha un costo piuttosto alto.

I serramenti in alluminio

Molti oggi sentono parlare dei serramenti realizzati in alluminio. Si tratta di un metallo che rende gli infissi molto resistenti tanto da poterli considerare i più sicuri sul mercato in grado di bloccare ogni tentativo di scasso da parte di ladri e malviventi alla ricerca di denaro contante e altri oggetti di valore. Gli infissi in alluminio hanno però un problema di isolamento poiché il metallo è conduttore e favorisce il passaggio delle temperature più fredda.

Gli infissi in PVC

Oggi si usa moltissimo il PVC per la produzione di infissi e serramenti, un derivato della plastica composto da polivinile di cloruro. È un materiale ottimo sotto diversi punti di vista poiché presenta la massima resistenza contro le intemperie lo scasso e anche gli incendi. Infine, questo prodotto rende gli infissi poco costosi senza però dover rinunciare alla qualità.

Per info e / o prenotazioni, vai su www.restauroinfissiinlegno.it

How to: bistecca perfetta in sole 4 mosse

Fare una bistecca alla griglia potrebbe sembrare semplice ma, in realtà, è piuttosto difficile garantire un risultato perfetto. Ecco dunque come cucinare alla perfezione una bistecca il sole 5 mosse.

  • Controllare la temperatura

Per ottenere una bistecca perfetta, la carne va tolta dal frigo almeno due ore prima. Infatti, cucinata a temperatura ambiente. Conviene disporla su della carta assorbente perché tutti i liquidi vengono assorbiti. La superficie della carne deve essere completamente asciutta in maniera da favorire la formazione della deliziosa crosticina sulla superficie.

  • Preparare la griglia

La padella per cucinare la bistecca perfetta è la griglia che va posizionata sul fuoco anche mezz’ora prima in maniera che raggiunta la giusta temperatura. Per risultato perfetto, la griglia deve essere rovente, almeno a 160° C. Oggi in commercio ci sono moltissimi termometri che aiutano a capire se la griglia è pronta. Prima di sistemare la carne, la griglia va irrorata con un filo di olio. L’olio ha un punto di fumo più altro rispetto agli altri condimenti come il burro perciò non crea problemi alle temperature più alte.

  • Cuocere nel modo giusto

Per cucinare la bistecca perfetta, va a messa sulla griglia e poi non bisogna toccarla per almeno uno – due minuti, trascorsi i quali è possibile sollevare un lembo per verificare la presenza delle righe della griglia. Non appena si sono create le righe, si può aggirare la bistecca sull’altro lato utilizzando una pinza. Non bisogna utilizzare forchetta e forchettoni perché bucano la carne facendo uscire tutti succhi dall’interno.

  • Lasciar riposare

Infine, la bistecca va lasciata riposare su un tagliere di legno ricoperta con della carta stagnola o un coperchio altrimenti al primo taglio perde tutti i succhi. La carne va condita il meno possibile con un filo d’olio buono, sale in fiocchi e un pizzico di pepe, se piace. La bistecca perfetta è finalmente pronta per essere servita, preferibilmente su un piatto caldo o addirittura in pietra ollare.

Per avere subito ulteriori dettagli, fai click su www.ristorantecarne.milano.it

Eventi musicali estivi 2020 a Napoli

L’estate musicale partenopea si preannuncia ricca di grandi emozioni: la città di Napoli si prepara ad ospitare grandi star italiane ed internazionali, dal giovane Ultimo a mostri sacri come Paul McCartney. Scopriamo insieme tutti gli eventi musicali estivi del 2020 a Napoli.

Giugno indimenticabile per gli appassionati di musica nel capoluogo partenopeo: si comincia il 6 giugno con Gigi Finizio. Il cantautore, molto celebre nell’ambito del pop napoletano, si esibirà allo Stadio San Paolo il 6 giugno 2020 (biglietti su Ticketone). Lo stadio di Napoli accoglierà inoltre per ben due date, il 13 ed il 14 di giugno, il cantautore romano Ultimo, nell’ambito del suo tour negli stadi (biglietti disponibili su Ticketone). Un passo importantissimo per il giovanissimo cantante (classe 1996), considerando che nessuna star italiana o internazionale ha mai raddoppiato una data al San Paolo. Ma non è tutto. Ad esibirsi nello stadio partenopeo sarà anche uno dei volti più noti del pop italiano, Tiziano Ferro, il 24 giugno (biglietti su Ticketone per eventi a Napoli).

Ma come preannunciato, un grande artista internazionale ha deciso di omaggiare la città di Napoli con un evento imperdibile: Paul McCartney. L’ex Beatle si esibirà il 10 giugno in piazza Plebiscito, la cui capienza stimata ammonta a 25mila unità. La data napoletana fa parte del «Freshen Up Tour», una tournée mondiale che segue l’uscita del 18° album da solista di McCartney, “Egypt Station” (uscito nel 2018). I biglietti, il cui costo oscilla fra gli 89,70 ed i 253 euro, sono acquistabili su Ticketone. Da ricordare che il cantautore e polistrumentista inglese farà anche tappa a Lucca, (nell’ambito del Lucca Summer Fesitival) il 13 giugno.

Ma non finisce qui. È infatti d’obbligo segnalare la data partenopea di un altro big della musica italiana, Tiziano Ferro. Il cantautore di Latina si esibirà con un concerto o spettacolo allo Stadio San Paolo il 24 giugno (biglietti disponibili su Ticketone, con alcuni settori già sold out). Ferro porterà sul palco dello stadio partenopeo il suo ultimo album, Accetto Miracoli (uscito a novembre 2019), unicamente ai grandi successi che lo hanno reso noto al pubblico italiano ed internazionale.

Infine, vale la pena tenere d’occhio la programmazione dell’Arena Flegrea, che riempie di musica l’estate partenopea e che nel 2020 si estenderà da maggio a fine luglio. Il calendario completo non è ancora noto, ma il direttore artistico della struttura, Claudio de Magistris, ha anticipato che la manifestazione unirà rock indipendente, pop, teatro, danza, musica classica e lirica.

 

 

Protezione domestica dai ladri: come si fa

Purtroppo, non tutte le situazioni hanno lo stesso grado di pericolo dato che alcune sono più esposte all’attacco di ladri e malviventi. Alcune abitazioni corrono un rischio maggiore di subire illusioni da parte di cerca di denaro contante ma anche merce di valore da rivendere. Quali sono i luoghi a maggior rischio e anche come proteggerli.

Le abitazioni piano terra o rialzato

Le abitazioni che si trovano al piano terra o al piano rialzato sono naturalmente più esposte al rischio di subire un’effrazione proprio perché si trovano a livello strada. I ladri si producono facilmente dalle finestre senza dover passare dalla porta di ingresso perciò conviene installare apparecchi quali allarmi antifurto. Questo però significa che le abitazioni ai piani più alti siano completamente al sicuro perché i ladri possono arrampicarsi sulla vegetazione o addirittura sui balconi.

Le vilette isolate

Le abitazioni situate in zone isolate dove non c’è tanto passaggio sono naturalmente più esposte all’attacco dei ladri. Le villette non solo quelle mono familiari sono molto ambite dai ladri che possono agire indisturbati grazie al minore rischio di essere scoperti. Per proteggere al meglio l’abitazione bisogna sempre installare porte blindate e finestre con le tapparelle di sicurezza affinché non possono entrare ladri dall’esterno. Di solito, questi luoghi sono maggiormente presi in mila perché la fuga è sicuramente agevolata.

I condomini nei quartieri residenziali

Purtroppo, nessuno può dirsi davvero al sicuro dato che ci sono molti luoghi che vengono presi di mira da malviventi e ladri come i condomini e i complessi nei quartieri residenziali. Infatti, capita spesso che le abitazioni in questi quartieri sono state realizzate tutte nello stesso periodo e nello stesso modo. Va da sé quindi che una volta che i ladri hanno capito come introdursi, il colpo in tutte le abitazioni. Chi abita in una zona dove i ladri hanno mangiato alcuni appartamenti, dovrebbe al più presto proteggersi con strumentazioni quali videocitofoni e allarmi.

Per avere subito ulteriori dettagli, fai click su www.impiantovideocitofono.it